giovedì 22 febbraio 2018

Last night di Irene Viola










Last night


Autrice: Irene Viola
Editore: Self Publishing
Genere: contemporary Romance
ebook: 2,99
Uscita 21 febbraio 2018

Trama 
Affascinante.
Di successo.
Bellissimo.
Sono questi i segni particolari di uno degli avvocati più promettenti di tutta Los Angeles. È spietato nel lavoro e con le donne. Nessuna frequenta il suo letto troppo a lungo.
Julian adora la sua vita e, ancora di più, il sesso senza impegni. È durante uno di quegli incontri che si ritrova fra i piedi una ragazza che diventerà da subito la sua ossessione.
Alexandra non lo conosce e già lo odia. Julian rappresenta il prototipo di uomo che ha sempre evitato, ma come può tenerlo alla larga se le loro strade si intrecciano in continuazione?
Per entrambi, l’altro diventa una sfida.
Lui vuole portarla a letto.
Lei non vuole cedere.
Nessuno dei due però ha fatto i conti con l’amore.

Buona sera cari readers,oggi vi parlo di un libro che è uscito solo ieri, e che ho letto,anzi divorato in un paio d'ore, e che dirvi, mi8 ha spiazzata,lasciata senza parole, e come aver fatto un giro sulle montagne russe,una volta toccavo il cielo,l'altra il fondo!!!
Wow Irene,che cocktail d'emozioni,mi hai fatto provare.Grazie!
E' raro che un libro catturi la mia attenzione fin dall'inizio,questo è uno dei pochi che finora ho letto ad avermi appassionata di solito ci metto un pò ad entrare in sintonia con i personaggi, ad immaginare l'ambiente ecc...invece questo romance mi ha letteralmente rapita,
 ed oggi eccomi qua a parlavi di julian, il protagonista maschile,lui il bellissimo,affascinante e carismatico avvocato di Los Angeles,mai una causa persa in aula,mai un no come risposta da nessuno,sopratutto dalle donne, nessuno tranne lei, che diventerà la sfida più grande da vincere.
Ama il suo lavoro in maniera smisurata,adora fare surf e le donne, ma non vuole nessuna complicazione dopo, nessun legame o relazione.Tutto questo finchè non incontra quegli occhi che gli faranno perdere la testa.
Alexandra,per gli amici Alex,è una donna che non crede più nell'amore,sopratutto quello eterno,delusa,tradita e amareggiata dalla fine della sua storia con Greg,ben 7 anni,lascia la casa dove viveva con lui e chiede aiuto alla sua migliore amica, Becca.Ed è li che un mattino s'imbatte in Julian, non resta indifferente all'uomo,che subito sfodera un sorriso "strappa mutande" 
ma Alex,sa che deve stare lontana da quel tipo di uomo,deve proprio evitarlo,perchè sa che alla fine potrebbe di nuovo soffrire.
Ma le cose non vanno come lei vuole!
Per Julian, Alex diventa un chiodo fisso, cerca in tutti i modi di incontrarla,dall'altro lato Alex invece evita ogni contatto con lui, ma si sa quando si è attratti inevitabilmente si finisce per incontrarsi.Loro sono fuoco, fuoco che Alex cerca di spegnere con scarsi risultati.
Alex sa che rischia di bruciarsi con Julian,ma per provare a se stessa che per lui non prova nulla, che può vivere senza uomini, per scacciare via quel senso di paura che ha dentro prende una decisione:vuole una "last night" con lui,poi girerà pagina.Il personaggio di Alex, l'ho trovato genuino e anche un pò ingenuo a mio avviso, ho apprezzatola sua tenacia e la fermezza che fin dall'inizio ha avuto con Julian.

“Ero troppo stanca per assorbire i suoi tratti e poi perché sforzarmi? Questo era solo l’ultimo ragazzo di una lunga serie per Becca. Apparteneva al genere maschile, per natura stronzo, perciò da ignorare. Quando sollevò lo sguardo nel mio però, non ero preparata a un paio di occhi azzurri tanto brillanti e maliziosi, zigomi alti e squadrati. Dovetti sforzarmi per mantenere la voce ferma e ignorare la sua bellezza, fingendo di no trovare sexy quei luccicanti capelli biondi arruffati dal sesso.”

Non è ceduta facilmente al corteggiamento sfacciato e provocatorio di Julian,è rimasta salda nel suo intento, ma per poco alla fine, al cuor non si comanda! A dire il vero mi è spiaciuto il modo in cui all'inizio ha etichettato Julian, stronzo,donnaiolo ecc..certo un pò la capisco, lo trova a casa dell'amica ,sente ciò che succede nella camera da letto e poi quando la incontra per le scale ci prova come se nulla fosse...e si questo non ha giocato affatto a suo favore, anzi ha avvalorato la sua teoria,lui è da evitare per non soffrire.
Alex ai miei occhi è una ragazza che pur di non vedere soffrire chi ha accanto, tiene per se il suo dolore, ed è pure passata per la poco di buono di turno con i suoi, lì mi sono arrabbiata.
Becca è l'amica che ognuno di noi vorrebbe accanto, almeno io la penso così, un amica quasi sorella che ti ascolta, ma che al momento giusto ti dia uno scossone per farti reagire, che ti faccia aprire gli occhi, che l'amore non è abitudine. Becca mette Alex nelle condizioni di farsi due domande, diciamocelo chiaro, beh la vita di Becca è l'opposta di Alex, e il chiodo schiaccia chiodo che propone all'amica non fa per lei.
Alex, per me ha poca stima di se stessa, non si sente all'altezza e in certi momenti se non ci fosse la sua amica ora che con Greg è finita si sente sola. Ha bisogno di fare chiarezza dentro di se, e questo continuo richiamo verso Julian non l'aiuta affatto.
Ho amato Julian, fin da subito, ok non è uno stinco di santo, ma metterlo subito in croce no, passi per lo stronzo, insensibile ,quasi senza cuore, che prende ciò che vuole, ma in lui ho apprezzato la sincerità la schiettezza, non ha nascosto ad Alex le sue intenzioni,questo ha portato punti a suo favore, io credo che la sincerità sta alla base di un rapporto. 
"Se tu scegliessi di venire, ricordati però che non sono il tipo da fidanzata, se stai disperatamente cercando il tuo per sempre, sappi che non sono io."

Questa non è una vera è propria dichiarazione d'amore ma quasi, come non guardare quegli occhi azzurri e scioglierti fra le sue braccia?
E allora da un lato c'è Alex con i suoi ideali ormai in frantumi,senza più fiducia negli uomini e dall'altro Julian che è deciso a portarsela a letto.
Mai i nostri amati protagonisti, non hanno fatto il conto il loro cuore e con l'amore che all'improvviso li travolgerà.
Non puoi scegliere chi amare, è vera la frase l'amore arriva quando meno te l'aspetti, l'amore non si può spegne a comando, e non decidi tu chi amare si ama e basta!
L'amore tra Alex e Julian è arrivato come un temporale nel deserto, come ossigeno in un  corpo che non respira.
L'amore è capace di sconvolgere le nostre vite, qualunque piano noi abbiamo fatto lui va dritto per la sua strada. 
L'amore non ti chiede il permesso, entra prepotentemente e prende posto.


Che dire l'autrice, mi ha non solo emozionata durante la lettura, ma ha fatto vibrare il mio cuore ha toccato delle corde nascoste e lacrime hanno rigato il mio volto.
La lettura è così piacevole e scorrevole, che quando sono arrivata all'ultima pagina ero triste.
Sono arrivata alla conclusione che Irene è riuscita perfettamente nel suo intento,il quale non è solo quello di emozionarci tra le pagine del suo meraviglioso libro narrandoci una storia travagliata,romantica, con scene bollenti e sexy, no il suo scopo è quello di mostrarci che nonostante le delusioni, il dolore, si può ricominciare a vivere e sorridere.Bisogna in primis amare noi stessi per saper dare amore,Che un cuore in mille pezzi se trova il suo collante può battere di nuovo.
Mai giudicare un libro dalla copertina, lo so è una frase fatta, anche se, lasciatelo dire Irene,la copertina del libro è intrigante.
Sei riuscita a farmi guardare dentro, a trovare ancora mille motivi per vedere intorno a me cose belle, che devo credere di più in me stessa e nelle cose che faccio.
La tua storia mi ha fatto riflettere  ha fatto sorgere in me dubbi, paure che vanno affrontate a testa alta.

Carissimi readers, dovete assolutamente, leggere il libro,pagina dopo pagina, come me vi ritroverete a ridere per i battibecchi dei protagonisti, avrete il cuore in gola in alcune parti della storia, gli occhi a cuoricino in alcune scene, molto bollenti.Vi ritroverete a sognare ad occhi aperti, e anche voi ringrazierete Irene , per aver scritto questo capolavoro.
Allora non perdere tempo e andate a conoscere Julian e Alex non ve ne pentirete.
Alla prossima Mary

Nessun commento:

Posta un commento