venerdì 31 gennaio 2020

Recensione "Quel che manca di te" di Elena Moretti



Oggi sul blog vi parlo dell'ultimo romanzo di Elena Moretti "Quel che manca di te" edito Mursia .



DALLA STESSA AUTRICE DI "QUASI A CASA". OLTRE 20.000 COPIE VENDUTE.

Titolo:Quel che manca di te 
Autore:Elena Moretti
Editore: Ugo Mursia Editore
Collana: Leggi RTL 102.5
Data di uscita: 15 novembre 2019
Pagine: 520 p., Brossura
Cartaceo: 18,00€

Sinossi
Due vite che si scontrano. Due mondi che non hanno nulla in comune. Sono quelli di Eleonora, ragazzina sola al mondo e senza un soldo, e del ricco e famoso architetto Resentini, noto per la sua creatività e il suo algido distacco.
Eleonora non ha filtri, dice sempre la verità e ha la spettacolare capacità di commettere una gaffe dopo l’altra. L’architetto invece è abituato a comandare, è ombroso, solitario e pieno di sensi di colpa per la sua vita passata.
Un legame improbabile che porterà l’uomo a intraprendere un percorso di revisione del proprio cammino umano e professionale, e la ragazza, che ha accettato senza troppe paranoie lo strano ruolo di sostegno morale che lui le ha affibbiato, a fare i conti con se stessa e il suo modo di guardare la vita.
Si scontreranno e si allontaneranno ma, arrivati sul fondo, cominceranno ad affidarsi l’uno all’altra, con una nuova coscienza di sé e del proprio valore. Troveranno insieme la vocazione nel ridare un volto nuovo, architettonico e solidale, alla loro città.

Biografia
Elena Moretti, nata a Macherio nel 1977, è cantante da doccia, divoratrice cronica di fumetti e amante di cinema d’animazione. Appassionata da sempre di tutte le discipline scientifiche, è laureata in Farmacia. Sposata, ha due figli e lavora part-time come farmacista. Ha fatto volontariato con adolescenti e disabili e si interessa ai problemi del disagio giovanile dell’affido. Con Quasi a casa ha vinto nel 2017 la prima edizione del «Premio Letterario RTL 102.5 e Mursia Romanzo Italiano».
"Due vite che si scontrano . Due mondi che non ha nulla in comune"
Curiosa io di leggere questa storia, ringrazio Mursia Editore di questo splendido omaggio e l'autrice Elena Moretti una penna intensa, coinvolgente che scava dentro.Una storia che si è abbattuta nella mia vita come un uragano, un pò come Eleonora nella vita di Stefano.

Queste due vite così diverse, questi due animi feriti ci faranno fare un viaggio, un percorso di guarigione e di revisione umana, che ci metteranno davanti a mille domande le cui risposte risiedono dentro il cuore di ciascuno.
Questa storia ti scava dentro e ti costringe a metterti a nudo senza riserve.Le lacrime scenderanno da sole e tu non sarai in grado di fermarle, ti sentirai a volte sola, triste e in alcuni momenti il cuore scoppierà di gioia un pò com'è successo ai due protagonisti della storia.

Stefano Resentini è un architetto famoso, possiede lo studio più rinomato della città, ha soldi, fama, però...
Qualcosa nella sua vita manca, la rabbia cresce ogni giorno sempre di più tanto da renderlo freddo, distaccato, cinico.
In ufficio sanno bene cos'è successo e perchè adesso Stefano si comporti così, conoscono il suo dolore e in parte comprendono i suoi comportamenti, nessuno osa dirgli nulla, nessuno osa dire di no a una sua richiesta, sono sempre tutti pronti ai suoi comandi tutti in parte subiscono i suoi modi burberi.
Il mondo di Stefano sembra perfetto, ma lo è  davvero? Stefano è felice?
Quando in ufficio arriva la nuova stagista, ogni certezza di Stefano crolla, il  mondo immaginario che aveva costruito inizia a scomparire e i fantasmi del passato iniziato a fargli visita.
Un passato che Stefano vuol dimenticare, un passato che gli ha tolto qualcosa, un senso di colpa  e un tormento continuano a non dargli  da pace.
Cosa sarà successo nella vita di Stefano ?

Eleonora è una ragazza che nella vita ha dovuto crescere troppo in fretta, la vita con lei non è stata generosa, rimasta sola dopo che la madre è morta dopo una lunga malattia vive di stenti, il suo unico amico è Paolo detto il Pirata.
Quel lavoro come stagista per un mese è come un manna dal cielo, ma quello non è il suo mondo, quell'ambiente così perfetto dove tutto è tirato a lucido e dove "lui" è abituato a comandare e a non sentirsi dire di no, questo ambiente non fa per lei...
Eleonora deve solo stringere i denti, deve pur mangiare,non puoi vivere d'aria e i pochi spiccioli che guadagna con i lavoretti che svolge nel palazzo a stento arriva a fine mese.


Basta un attimo è tutto inizia in quel quel tavola a mensa ...
"La osservo. Lascio da parte anche il resto del pranzo per guardarla. Questa ragazza è talmente diversa dal prototipo di donna che ho in testa da stimolare irresistibilmente la mia curiosità"
Giorno dopo giorno si accorgono di avere bisogno l'uno dell'altro.
"D'un tratto mi scopro a sorridere:no, non sono poi così sola. Lui è sopra, al di là del soffitto. E, sapendo che lo sta aspettando, mi metto a cantare"
Stavolta scrivere questa recensione non è stato facile, di solito terminata la lettura carta e penna e inizio già a scrivere le emozione e le sensazioni la storia mi ha trasmesso, ma erano troppo forti e intense che ho dovuto prendermi del tempo.

Quel che manca di te è tra i romanzi più belli che abbia letto letto in questi anni.
Elena Moretti ha scritto un vero gioiellino.
La sua scrittura è fluida, coinvolgente e ricca di particolari,il lettore riesce si ritrovare a camminare accanto ai protagonisti e a vivere accanto a loro, sentendo sulla propria pelle ogni loro stato d'animo.

Eleonora è quella boccata d'aria fresca che Stefano da tempo attendeva, ma quanti di noi spesso nella nostra vita abbiamo bisogno di qualcuno come Eleonora per andare avanti?
Quanti non riescono ad accettare i propri errori e vivono con i sensi di colpi? 

Eleonora una guerriera, che ogni giorno lotta e non si arrende. Scherza, sorride, porta allegria a tutti, ma è solo apparenza. La verità è che anche lei come Stefano, indossa una maschera ogni mattina, Eleonora ha paura....adesso che...
"Io... Voglio che anche lui mi veda così. Ma ho paura dei suoi occhi. Come si fa a farsi guardare da chi ci ha fatto innamorare? Quanto coraggio ci vuole per stare sotto gli occhi che vorremmo ci guardassero come la cosa più speciale del mondo, sapendo che siamo invece la più banale nullità sulla faccia della terra?"

Sarà una strada lunga e tortuosa, fatta di cadute, pianti,corse folli...
Un viaggio doloroso nel passato, scelte difficili da prendere, ammettere di aver bisogno di aiuto sarà il primo passo per ritornare a vivere davvero.

Perdonare se stessi per poi perdonare chi ci ha ferito in passato è il primo passo che Stefano dovrà affrontare per poter vivere la sua vita.
Questo libro ci insegna che dobbiamo dare il giusto valore al tempo e alle persone che ci circondano non sprecarlo per paura di deludere le aspettative di qualcun altro perché il tempo perduto non ci viene ridato indietro. Dobbiamo ascoltare il cuore e non dobbiamo far prevalere la paura perché ci spezza le ali impedendoci di volare e di vivere ciò di cui veramente abbiamo bisogno per essere felici.

Grazie Elena perchè attraverso Stefano ed Eleonora  ognuno di noi può riscoprire la bellezza dell'amore anche attraverso il dolore. La felicità quella vera è come un raggio di sole che illumina, Eleonora  è quel raggio di sole che irrompe nella vita di Stefano colorando le sue giornate.
Se cercate una storia intensa, ricca di profumi e di sentimenti forti questa è quella che fa per voi!
"Io non  ho mai pensato che l'amore bastasse per tenere insieme i cocci di una vita .."
Spero di avervi incuriosito almeno un pò, io questo viaggio l'ho fatto insieme a Stefano ed Eleonora,un viaggio alla riscoperta dei veri valori, con loro ho scoperto "Quel che manca di te"







Nessun commento:

Posta un commento